Via Saffi, 49 01100 VITERBO     |     provinciavt@legalmail.it     |     0761 3131

Consigliera di Parita

Quali sono le sue funzioni

 La/Il Consigliera/e di Parità è il soggetto istituzionale al quale il Legislatore ha affidato il compito di promozione e controllo dell'attuazione dei principi di uguaglianza, di opportunità e non discriminazione per donne e uomini nel lavoro. In particolare, ai sensi dell’art. 15 del D.Lgs. n. 198/2006, come modificato dall’art. 33 del D.Lgs. 14/9/2015, n. 151 le consigliere ed i consiglieri di parità provvedono a svolgere i seguenti compiti:

 a) rilevazione delle situazioni di squilibrio di genere, anche in collaborazione con le direzioni interregionali e territoriali del lavoro, al fine di svolgere le funzioni promozionali e di garanzia contro le discriminazioni nell’accesso al lavoro, nella promozione e nella formazione professionale, ivi compresa la progressione professionale e di carriera, nelle condizioni di lavoro compresa la retribuzione, nonché in relazione alle forme pensionistiche complementari collettive di cui al decreto legislativo 5 dicembre 2005, n.252;

b) promozione di progetti di azioni positive, anche attraverso l’individuazione delle risorse dell’Unione Europea, nazionali e locali finalizzate allo scopo;

c) promozione alla coerenza della programmazione delle politiche di sviluppo territoriale rispetto agli indirizzi dell’unione europea e di quelli nazionali e regionali in materia di pari opportunità;

d) promozione delle politiche di pari opportunità nell’ambito delle politiche attive del lavoro, comprese quelle formative;

e) collaborazione con le direzioni interregionali e territoriali del lavoro al fine di rilevare l’esistenza delle violazioni della normativa in materia di parità, pari opportunità e garanzia contro le discriminazioni, anche mediante la progettazione di appositi pacchetti formativi;

f) diffusione della conoscenza e dello scambio di buone prassi ed attività di informazione e formazione culturale sui problemi delle pari opportunità e sulle varie forme di discriminazione;

g) collegamento e collaborazione con i competenti assessorati e con gli organismi di parità a livello locale;


Nell’esercizio delle funzioni loro attribuite, le/i Consigliere/i di Parità sono pubblici ufficiali ed hanno l’obbligo di segnalazione all’autorità giudiziaria dei reati di cui vengono a conoscenza per ragione del loro ufficio 

Comunicati Consigliera di Parità
Ufficio
Iniziative
Pubblicazioni
Rapporto biennale: ex art. 9 Legge 125-91
Normativa
 
Valuta questa Pagina
stampa