Via Saffi, 49 01100 VITERBO     |     provinciavt@legalmail.it     |     0761 3131

Al Teatro Francigena di Capranica la rassegna TEF Young dedicata ai ragazzi

Capranica, Teatro Francigena
La platea del Teatro Francigena

Riceviamo e pubblichiamo:


L’Amministrazione comunale di Capranica inaugura una Stagione teatrale dedicata ai più giovani con il coinvolgimento delle scuole.

Al Teatro Francigena il 13 dicembre 2019 ha debuttato "Tef Youg", rassegna di teatro per ragazzi con lo scopo di dare un determinante contributo all’educazione al teatro considerato come luogo di incontro e di formazione dei giovani, che possono fruire di spettacoli, scelti appositamente per loro, insieme ai loro familiari.

“Pensiamo che il Teatro sia un formidabile strumento non solo di svago e divertimento ma anche di formazione, di crescita e di prevenzione – spiega il Sindaco Pietro Nocchi - che non considera le attività culturali solo effimeri momenti ma anche insostituibili strumenti formativi che concorrono a definire la qualità della vita e la crescita di una comunità. Grazie al coinvolgimento di due importati teatri romani (Teatro Vascello e Teatro Trastevere), abbiamo realizzato una programmazione dedicata ai ragazzi i quali potranno seguire con divertimento e serenità le proposte a loro dedicate.

Una programmazione di sei spettacoli da dicembre a marzo dove si alterneranno matinée dedicate alle classi dell’Istituto comprensivo Galileo Nicolini di Capranica e spettacoli dedicati ai ragazzi e alle loro famiglie. Vi aspettiamo per poter scoprire insieme il magnifico mondo del teatro.

Un sentito ringraziamento per l’importante lavoro svolto va al direttore artistico della stagione, il maestro Fabio Galadini”.


Il progetto TEF Young è realizzato grazie al contributo della Fondazione Carivit.
L’iniziativa è patrocinata dalla Regione Lazio, dalla Provincia di Viterbo e da Banca Lazio Nord.

Matinée per l’istituto comprensivo “G.Nicolini” di Capranica , ingresso gratuito.

Pomeridiane domenica ingresso € 12 (young+ accompagnatore)

Abbonamento a tre spettacoli pomeridiani € 30

Info e prenotazioni teatrofrancigena@gmail.com


***

I prossimi appuntamenti: 

 

Venerdì 7 febbraio 2020
2 repliche ore 9.00 e ore 10.30
LE AVVENTURE DI GIANBURRASCA
Liberamente tratto da Il Giornalino di Gian Burrasca
Da un’idea di Marco Zordan

Pronti a rivivere le scintillanti, comiche e disastrose disavventure del bambino più monello della storia: Giannino Stoppani detto “Gian Burrasca”? Giannino dice sempre quello che pensa e, peggio ancora, osa dire a voce alta anche quello che gli altri sussurrano o nascondono. Catastrofi imbarazzanti che al tempo stesso sveleranno le ipocrisie e le piccolezze del mondo dei grandi. Riuscirà il collegio a renderlo un bambino buono? Gianburrasca è l’amico che tutti i bambini vorrebbero avere, allegro, divertente, simpatico e sempre in vena di fare scherzi… e il bambino che tutte le mamme non vorrebbero mai! Disobbediente, dispettoso e pasticcione con un fiuto perfetto nel cacciarsi nei guai! Ma sono i grandi che non capiscono i piccoli o i piccoli che non capiscono i grandi! Scherzi, gag, lazzi, giochi e canzoni per uno scanzonato spettacolo al sapor di Pappa al Pomodoro! Ma attenti agli SCHERZI! Tratto da uno dei capolavori della letteratura italiana per l’infanzia, “Il Giornalino di Gian Burrasca” di Vamba scritto tra il 1907 e il 1912.

***

Domenica 9 febbraio 2020 ore 17.30
PETER PAN musical, adattamento teatrale e regia di Danilo Zuliani
Il Peter Pan dell’associazione culturale “NomenOmen” intende recuperare il più possibile l’opera originale di James Matthew Barrie che, pur essendo stata composta e inscenata nel lontano 1904, mantiene viva e inalterata la sua freschezza e la sua complessità. Allontanandosi dalle atmosfere di disneyana memoria, che caratterizzano la maggior parte delle repliche contemporanee, la compagnia dedica ai suoi piccoli spettatori uno spettacolo originale e innovativo sotto vari aspetti. Lo spettacolo ha esordito nel 2008 al Teatro Vascello di Roma totalizzando, nelle dieci repliche previste, circa 3000 spettatori e nel 2009 ha inaugurato l’anno con 830 presenze al Teatro Italia. Il Peter in scena si avvicina più al giovane Dioniso o ad un satiro silvestre, piuttosto che al ragazzetto in calzamaglia verde al quale siamo abituati. La musica accompagna dal vivo ogni rappresentazione ed eseguendo una partitura originale composta per l’occasione da Michele Piersanti. Il teatro d’ombre di Alessandra Maccotta, inoltre, gioca un ruolo fondamentale nel mantenere vivo l’interesse dei piccoli in sala, affascinandoli con le luci e le ombre di questa arte antichissima. I costumi creativi di Anthony Rosa e la fantasiosa scenografia, la recitazione di alcune scene in platea e la preziosa presenza dei musicisti in sala, contribuiscono a stimolare l’immaginazione del pubblico e ad immergerlo in un clima gioioso ed emotivamente carico. Non resta quindi che abbassare le luci, restare in silenzio e… che la fiaba abbia inizio!

***

Venerdì 13 marzo 2020, 2 repliche ore 9.00 e ore 10.30
CLOWN-DESTINI
Regia di Francesco Ragosta
Premi: Migliori musiche, Miglior Regia e Miglior Spettacolo (Roma Comic Off 2018). Premio Teatro de’ servi, Premio Teatro civico di Rocca di Papa, Premio Teatro Benevento Città Festival, Premio Teatro Nuovo, Premio Sala Gassman di Civitavecchia
Due Clown-destini si trovano ad uscire dalla loro scatola. La loro scatola affaccia su di un mondo tutto nuovo, sconosciuto fino ad allora. I due si addentrano in luoghi fatti di materia immaginaria, ma interagiscono con persone vere, i “padroni” del luogo, inconsapevolmente quindi affrontano tutte le dinamiche complicate della vita reale relative alla discriminazione razziale e al bigottismo. Alla fine del lungo viaggio, fatto anche di momenti sospesi, troveranno però il personaggio che darà la svolta alla storia.

***

Domenica 15 marzo 2020 ore 17.30
LA SPADA NELLA ROCCIA musical
La storia di re Artù, Adattamento teatrale e regia di Danilo Zuliani
Un giorno qualunque, un giorno normale, con occhi più attenti diventa speciale. Come ogni seme, portato dal vento, in terra sepolto diventa portento. Il piccolo Artù, come ogni bambino, è un seme caduto con un grande destino. "Chiunque estrarrà questa spada da questa roccia sarà re" ovvero l'avvincente saga del leggendario Artù, nel suo percorso formativo che da fanciullo lo porterà ad essere un uomo. Un percorso avventuroso, denso di scoperte, accompagnato e sostenuto da un maestro d'eccezione: il saggio Mago Merlino. Una commedia musicale con atmosfere medievali in ambiente fantastico e armonizzato dalle note della musica.

 

*** ( ) ***


(mercoledì 11 dicembre 2019 - aggiornata lunedì 16 dicembre))


a cura dell'Ufficio relazioni con il pubblico; urp@provincia.vt.it

 

stampa