Via Saffi, 49 01100 VITERBO     |     provinciavt@legalmail.it     |     0761 3131

Alcuni appuntamenti del fine settimana nei borghi della Tuscia viterbese. Il calendario

Selva di Malano, Santa Cecilia
Selva di Malano: Santa Cecilia

Alcuni appuntamenti nei borghi della Tuscia viterbese nei giorni di venerdì 15, sabato 16 e domenica 17 febbraio 2019.


***

Centri vari: Carnevale 2019: sfilate, maschere, musica, colori, allegria nelle feste delle Tuscia viterbese, in https://www.provincia.viterbo.gov.it/

 

***

Viterbo, La stagione del 2018/2019 del Teatro Caffeina
Via Cavour 9

 

venerdì 15 febbraio 2019, ore 21

 

"Dopo la prova" di Ingmar Bergman

con Ugo Pagliai, Manuela Kustermann, Arianna Di Stefano; regia di Daniele Salvo

 

In un tempo sospeso, nella penombra di un vecchio palcoscenico, Henrik Vogler, grande regista e direttore di teatro, è seduto su una poltrona, immobile. Appare quasi imbalsamato. D'improvviso appare sulla scena Anna Egerman, giovane attrice interprete della "Figlia di Indra" nella pièce diretta da Vogler.

Da questo momento inizia un confronto serrato tra i due che, sospesi in una zona di confine, in una sorta di limbo extra-quotidiano in cui tutto è concesso, si permettono finalmente di dire la verità. Le loro ansie, le loro paure, i loro desideri.

Poi entra sulla scena di Rakel, attrice di mezza età che introduce altri temi bergmaniani di straordinaria pregnanza: la percezione del tempo, la paura della vecchiaia, la straordinaria fragilità dell'animo, quella di Rakel è una figura che si muove sul filo del rasoio, un'artista distrutta dal suo stesso talento.


info: 0761.342681;


***


Viterbo, La stagione dei concerti dell'Università della Tuscia
Auditorium di Santa Maria in Gradi (ingresso Via Sabotino, ampio parcheggio)

 

Sabato 16 febbraio 2019, ore 18

Pianista: Aldo Ragone

Robert Schumann (Zwickau, 1810-Bonn, 1856): Phantasiestücke op. 12; Des Abends Aufschwung; Warum?; Grillen; In der Nacht; Fabel; Traumes Wirren; Ende vom Lied


Aleksandr Skrjabin (Mosca, 1872-Mosca, 1915): Sonata n. 4 op. 30 (Andante; Prestissimo volando)
Mario Castelnuovo-Tedesco (Firenze, 1895-Beverly Hills, 1968): in occasione del cinquantenario della morte: Piedigrotta 1924: Rapsodia Napoletana, Tarantella scura, Notte ‘e luna, Calasciunate, Voce luntana (fenesta che luciva), Lariulà!

"Aldo Ragone - spiega il direttore artistico Franco Carlo Ricci - è un pianista di singolare valore che vanta un curriculum encomiabile sotto ogni profilo. Ha conseguito, infatti, una solida e qualificata formazione, a scuola di illustri pianisti italiani e stranieri (particolare importanza ha avuto Aldo Ciccolini), ha vinto numerosi concorsi nazionali ed internazionali ed è molto attivo nel concertismo in Italia e in vari Paesi del mondo".

 

La biglietteria è aperta dalle ore 16.

Info: Francesco Della Rosa. Tel. 0761.357.937; 348.793.1782. E-mail: delrosa@unitus.it


***

Acquapendente, La stagione 2018/2019 del Teatro Boni
Piazza della Costituente n. 9

 

 

domenica 17 febbraio 2019, ore 17,30: "Il seduttore" di Diego Fabbri, con Roberto Alpi, Laura Lattuada, Agnese Nano, Isabel Russinova; regia di Alessio Pizech
Eugenio gestisce un’agenzia di viaggi ed è sposato con Norma ma intrattiene due relazioni extraconiugali: la prima con Wilma, la seconda con Alina, segretaria presso l’agenzia. Tre donne, tre luoghi e tre modi di vivere una relazione sentimentale totalmente differenti. Norma è alla ricerca di un amore fedele, ma insegue qualcosa che ormai è finito; Wilma è impegnata in una guerra costante e radicale con Eugenio in cui carne e sensualità diventano privilegiato campo di battaglia; infine Alina, proiettata in un sogno di fuga dalla realtà, in un gioco di emozioni eccitante e leggero. Da questa trama di tradimenti si dipana una serie di situazioni in cui Eugenio scivola ripetutamente tra Wilma, Alina e Norma, promettendo a ognuna amore sincero e viaggi lontani in geografie a dir poco immaginarie. Con perfido cinismo fa in modo che le tre donne si incontrino in un caffè, imbastendo un gioco rocambolesco di equivoci e situazioni tragicomiche. Il tutto per divertirsi nel vederle parlare assieme, inconsapevoli, dello stesso uomo. L’epilogo è sorprendente.


Info: www.teatroboni.it; 334.1615504; 0763.733174

 

***

 

Caprarola, sabato 16 febbraio, ore 16.30

Biblioteca comunale, palazzo della Cultura

Via Guido Bonafede, 8

 

Per la rassegna "Il sabato del villaggio"  giornata di lettura e approfondimento dedicato alla Giornata del Ricordo e alla tragedia delle foibe.

Info: http://bibliotecadicaprarola.it

 

***

 


Chia (Soriano nel Cimino), Gli eventi dello Spazio Corsaro
Via Ripetta 20

 

sabato 16 febbraio 2019, ore 21,30

 

"Porno e socialismo reale": interpretato e diretto da Rosanna D'Andrea

 

Al centro della scena un’elegante giovane signora con tanto di occhiali, bacchetta e impeccabile carré biondo platino. Accanto, la lavagna su cui scorrono i disegni firmati da Ukkigodel, misterioso alias di un noto disegnatore che collabora da anni con alcune delle maggiori riviste underground italiane. E lo spettacolo entra subito nel vivo.

La signora ci avverte fin dall’inizio: a lei i film porno non piacciono, perché sono fatti male. “Bisognerebbe fare porno più belli, e soprattutto affettuosi!” spiega ispirata “Così ne ho scritto uno io. Tutti lo lodano ma nessuno lo vuole produrre. Per questo ho deciso di raccontarvelo”. Ed ecco, un magico scrigno si spalanca sul meraviglioso mondo del sesso immaginato dall’autrice. Naturalmente declinato in tutte le sue pratiche perché, come dice il Reverendo Cooper, l’unica vera perversione è usare sempre la stessa posizione per tutta la vita.

Lo story-board del film inattuato scorre sulla lavagna, mentre la protagonista ci racconta le gioie di un sesso democratico, pensato per tutte le età e per ogni gusto. Nella storia infatti lo fanno proprio tutti: giovani e vecchi, belli e brutti, etero e gay, in uno, in due o in tanti. C’è perfino un alieno.

Grazie a un divertito gioco tra sogno e realtà che alterna momenti casalinghi a sfrenate fantasie lisergiche, nella singolare cornice della Jugoslavia di Tito si consumano intrecci narrativi sorprendenti. Il risultato, visionario come in un film del primo Almodovar, è un porno edificante formato famiglia. Con happy end garantito: alla fine tutti sono soddisfatti e felici, perché “fare l’amore è meglio di non farlo”.


www.spaziocorsaro.it

 

***


Montalto di Castro, La stagione 2018/2019 del Teatro "Lea Padovani"
Via Aurelia Tarquinia 58

 

Sabato 16 febbraio 2019, ore 21

 

"Debora's love", di e con Debora Caprioglio e Francesco Branchetti; regia di Francesco Branchetti

 

Uno spettacolo ricco di ironia e comicità, "Debors's love" è un viaggio brioso e divertente nella vita di un’attrice e delle sue passioni, pieno di ricordi e aneddoti esilaranti che la protagonista ha la capacità di raccontare, evocando un mondo ai più sconosciuto come quello del cinema, della televisione e del teatro.

Tra racconti, motti, proverbi veneziani e non, Debora Caprioglio si svela con una sincerità a tratti stupefacente, il tutto sempre condito da grande senso dell’umorismo e da una verve non comune. Dall’infanzia ai suoi esordi fino al successo, tra grandi incontri ed episodi divertentissimi si snoda questo monologo pieno di ironia in cui l’attrice regala al pubblico un po’ di sé, ma soprattutto tanto divertimento e risate.


Info: www.teatroleapadovani.it

 

***

 

Ronciglione, La stagione 2018/2019 del Teatro "Ettore Petrolini"

 

venerdì 15 febbraio 2019, ore 21

"Call center 3.0. Un mondo migliore è possibile", in anteprima nazionale, scritto e diretto da Roberto D'Alessandro

Con Franco Oppini, Milena Miconi, Luca Capuano, Karin Proia, Pietro Genuardi, Roberto D'Alessandro e Cecilia Taddei

Chi di noi non ha mai ricevuto una telefonata da un Call Center? E’ il 31 dicembre e Giovanna per raggiungere l’obiettivo annuale compone un numero di telefono che cambierà le sorti di tutti.
Sembrava essere una delle tante per Giovanna che l'ultimo giorno dell'anno si ostina a raggiungere il suo obiettivo di fine produzione ed invece compone un numero di telefono che coinvolgerà l’intero Call Center in un episodio dal risvolto tragicomico.
Una commedia di situazione, dove l’umanità dei personaggi e i loro rapporti animano una notte di San Silvestro per tutti indimenticabile. Una commedia brillante, a tratti tragica, a tinte rosa, con un finale che porta speranza e felicità come solo l’ultimo dell’anno sa fare.

Gli spettatori sono invitati ad arrivare con anticipo alle 19,30 per prendere parte all'apericena gratuito promosso dall'Istituzione comunale Teatro. Dichiara il consigliere delegato al teatro, Mauro Scialanca. "Un'iniziativa carina pensata per coinvolgere il pubblico a 360°, prima, durante e dopo lo spettacolo con autografi e foto insieme agli attori".
(fonte: Cristina Casini, Ufficio stampa e comunicazione)


Info: 338.2295379 Mauro; 366.9731522 Renzo; 338.5660065 Manuela

 

***


Torre Alfina (Acquapendente), Le iniziative del Museo del Fiore

 

domenica 17 febbraio 2019

 

Visite guidate tematiche al Museo, dalle ore 12 alle ore 14

La visita guidata con personale specializzato, permette una fruizione più dettagliata e completa della struttura museale. Sono stati pertanto definiti degli orari specifici per garantire a tutti i numerosi visitatori una visita tematica personalizzata.


Museo del fiore - Casale Giardino - Torre Alfina - 01021 Acquapendente (VT)
info: numero verde: 800-411834 interno zero- oppure (+39) 0763 730065, 388 8568841; email: info@museodelfiore.it, eventi@laperegina.it, www.laperegina.it/museo-del-fiore


***


Vitorchiano, Visite guidate e festa di Carnevale


Riprendono le aperture del Palazzo Comunale di Vitorchiano nei fine settimana.

Grazie infatti alla collaborazione dei volontari del Servizio civile, dopo il successo del 2018, sarà possibile visitare l’intera struttura nei giorni di sabato e domenica dalle ore 10 alle 13 e dalle 15 alle 18.

Il Palazzo Comunale di Vitorchiano, risalente al XV secolo, è uno dei più belli della provincia di Viterbo. Da non perdere la sala del consiglio e la torre, dalla cui sommità è possibile ammirare il panorama che circonda il paese.

Domenica 17 febbraio 2019, dalle ore 15.00, Piazza Umberto I
Sfilata carri allegorici con la partecipazione di scuole di ballo, delle palestre e del gruppo majorettes di Vitorchiano.

Ingresso libero.


Info: https://www.facebook.com/Carnevale-vitorchianese


***

 

Le iniziative di Percorsi etruschi

 

domenica 17 febbraio 2019

 

"Dove la storia incontra la natura": una giornata alla scoperta del Parco naturalistico-archeologico di Vulci

 

Dalle ore 10, ingresso Parco

 

Info: 327.4570748; 320.3149587;

 

 

***


Le iniziative di Thesan

 

domenica 17 febbraio 2019, dalle ore 10

 

Escursione alla Selva di Malano, tra boschi e altari etruschi (raduno: Nando al Pallone, Vitorchiano)

Info: Pietro, 349 4409855; Elisa,328 0166513; trekpertutti@thesantrekking.it; Fb: Thesan - Associazione di Promozione Turistica sul Territorio; www.thesanterreetrusche.com

 

Scheda:
La Selva di Malano è la zona archeologica di più rilevante interesse dell'intero territorio. Sita in una vasta superficie piuttosto accidentata, è costellata da tombe a fossa con sagoma umana, tombe etrusche a camera, are, urne cinerarie, sancofagi e pestarole.
La maggior parte dei resti risalgono all'epoca romana o al Basso Medioevo, ma non mancano reperti etruschi e pensino preistorici. Tra le particolarità si ricordano il "Sasso del predicatore", luogo probabilmente destinato al culto e la "tomba del re e della regina". La parte del territorio comunale di Soriano nel Cimino, oggi occupata dalla frazione di Chia, fu abitata fin dal periodo pre-etrusco (case ipogee, tombe a grotta, pozzi ecc.).
Non lontana è l'affascinante zona archeologica di Santa Cecilia.
(Fonte: http://www.alisoriano.it/scoprire_soriano/natura_e_escursioni.html)

 

***

 

Le iniziative di Antico Presente

 

Il borgo dei pescatori, la Torre e la “Cannara” a Marta

Sullo specchio d’acqua del lago di Bolsena si affaccia il piccolo borgo di Marta: conosciuto come il borgo dei pescatori. Un villaggio pittoresco, con casette colorate adagiate direttamente sul lago e una veduta panoramica sulle vicine isolette di Martana e Bisentina e sul promontorio della vicina località di Capodimonte.

Tra le sue bellezze, oltre al lungolago e al borgo di pescatori (dove ancora vivono coloro che si occupano di pesca, principale attività di questo borgo), vi è una parte interna, medioevale, nota soprattutto per la sua famosa torre detta “Torre dell’Orologio” (XII secolo).

Al termine della visita del borgo, è la volta di in uno degli edifici più singolari, significativi ed oggi più belli della storia di Marta: si tratta della “Cannara”, un complesso unico nel suo genere, realizzato per catturare vivo il pesce in transito tra lago e mare, in particolare le anguille. Sorge proprio sopra un piccolo salto del fiume, dove l’acqua veniva fatta scorrere attraverso grate fatte di canne (e da qui il nome), per poi essere conservate vive all’interno di vasche costruite nel letto del fiume, ricavandone notevoli proventi.

La visita guidata sarà condotta da Sabrina Moscatelli, guida turistica-ambientale abilitata.

 

Appuntamento: Domenica 17 febbraio 2019 ore 10.00 a Marta (VT) in piazza Umberto I

Info e prenotazioni: Sabrina 3395718135 info@anticopresente.it www.anticopresente.it


*** ( ) ***

 


(martedì 12 febbraio 2019 - aggiornata venerdì 15 febbraio)

 


a cura dell’Ufficio relazioni con il pubblico; urp@provincia.vt.it

 

stampa