Via Saffi, 49 01100 VITERBO     |     provinciavt@legalmail.it     |     0761 3131

Prelievo acque pubbliche - Denuncia Pozzi

Gestione risorse idriche e Tutela delle acque

Settore
UNITÀ ORGANIZZATIVA COORDINAMENTO E GESTIONE AMBIENTE, TERRITORIO E DIFESA DEL SUOLO - Unità organizzativa del Settore tecnico e ambiente - Responsabile: Mario Busatto
 
Servizio
Servizio Gestione Risorse idriche e Tutela delle acque
Responsabile Del Servizio
Andreani Paolo - 0761 313331 - andreani@provincia.vt.it
 
Responsabile dell'ufficio
Andreani Paolo - 0761 313331 - andreani@provincia.vt.it
Indirizzo
Via del Collegio snc - Viterbo
Telefono
0761 313733
Funzioni

Volture, subentri, varianti, rinnovi di concessioni pluriennali di piccola derivazione rilasciate dalla Regione Lazio, licenze di attingimento annuale e denunce escavazione pozzi

Elenco Dipendenti Ufficio

Agneni Maria
m.agneni@provincia.vt.it
Telefono : 0761 313217
Fax : 0761 313219
Andreani Paolo
andreani@provincia.vt.it
Telefono : 0761 313331
Fax : 0761 313219
Bronzetti Franco
f.bronzetti@provincia.vt.it
Telefono : 0761 313733
Fax : 0761 313219
 
 

Modulistica Associata

SI COMUNICA CHE, TUTTE LE INFORMAZIONI RELATIVE AL PAGAMENTO DEI CANONI PER LE CONCESSIONI DI DERIVAZIONE/POZZI DEVONO ESSERE RICHIESTE ALLA REGIONE LAZIO (DOTT. OCCHIALINI Pec: areaconcessioni@regione.lazio.legalmail.it - Tel 06/5168 9170 - 06/6168 9400)

LE DOMANDE E TUTTA LA DOCUMENTAZIONE RELATIVA DOVRANNO ESSERE TRASMESSE VIA PEC ALL'INDIRIZZO provinciavt@legalmail.it

La denuncia del pozzo è obbligo introdotto dall'art. 10 del D.lgs 275/93, il quale stabilisce che "Tutti i pozzi esistenti, a qualunque uso adibiti, ancorché non utilizzati, sono denunciati dai proprietari, possessori o utilizzatori alla regione o provincia autonoma nonchè alla provincia competente per territorio"; l'omessa denuncia viene punita, salvo che nel caso di cui all'art. 93 del R.D. 1775/33 (pozzi per uso domestico) con la sanzione amministrativa da 103,29 a 516,46 Euro.

La denuncia deve essere presentata una sola volta, fatta salva la necessità di ulteriori presentazioni dovute a variazioni delle informazioni contenute nel modulo di denuncia.

L'obbligo della denuncia vale anche per l’'uso domestico ai sensi del D.lgs 275/1993, mentre l'escavanzione di un pozzo domestico  non necessita autorizzazione.

 Al fine di avviare il procedimento di concessione è necessario trasmettere la seguente documentazione:

La denuncia dei pozzi va effettuata ai sensi dell'art. 103 del R.D. n° 1775/33 relativamente ai nuovi pozzi.

(NB. LA DOMANDA DOVRA' ESSERE NECESSARIAMENTE TRASMESSA IN VIA TELEMATICA TRAMITE PEC ALL'INDIRIZZO provinciavt@legalmail.it):

 

 
Valuta questa Pagina
stampa